Istituto Betlem "IN MARCIA PER I NOSTRI DIRITTI"

Share

"Il giorno 20 novembre 2014 la mia classe insieme ad altre dell'Istituto Borsi si è messa in cammino per la marcia dei diritti dei bambini organizzata dall'Unicef. Tutti attrezzati con cartelloni e zainetti in spalla abbiamo marciato per far capire che i diritti dei bambini esistono, sono inviolabili e bisognerà sempre metterli in atto.
Alla fine della marcia la classe I H con i suoi intervistatori (Alice Trada, Francesca Piras, Andres Facchetti, Eladji Mbodji) ha rivolto alcune domande al sindaco di Milano, Giuliano Pisapia.

Il sindaco ha risposto che farà di tutto affinché i nostri diritti vengano sempre rispettati e ci aiuterà, visto che anche lui è stato un bambino come noi. Secondo il nostro parere, Pisapia si è dimostrato molto gentile e disponibile. Lui stesso ci ha detto di considerarlo come un normale vicino di casa, non come una persona superiore, e che potevamo dargli del tu.
Insomma, questa marcia è servita molto per fare valere i nostri diritti e ricordare a tutti che esistono."
Giorgia Zaccaria


"La marcia è stata una grande festa molto colorata e allegra: c'erano molti striscioni, cartelli colorati e la banda musicale"
Mirko Eredia

"Io ho scelto il diritto di ricevere cure mediche perché quando in televisione trasmettono documentari con bambini che sono sofferenti e non vengono curati in modo giusto, questo mi provoca dispiacere"
Riccardo Scuri

"Fare le interviste è stato molto divertente ma anche interessante scoprire cosa pensano gli altri bambini dei diritti. Per noi la marcia dei diritti ha dato modo ai bambini di dire il proprio parere e di rappresentare i bambini che non erano presenti alla marcia"
Francesca Piras e Alice Trada

"Per concludere una giornata di grande arricchimento culturale, ma anche di gioco e di divertimento, sulle note di una tendenza giovanile particolarmente di moda, il sindaco è stato immortalato in un altrettanto divertente selfie di gruppo".
Andres Facchetti

 

pdf iconClicca e scarica i disegni dei ragazzi

 

[torna alla pagina della 15a Marcia]